News Archivi – ADI Apicoltura

News

#unaricettaperlambiente : in cucina con ADI

Partecipa al contest e vinci una fornitura di miele ed una degustazione guidata!

In un periodo in cui stiamo patendo le conseguenze di anni ed anni di sovrasfruttamento delle risorse, di depauperamento degli ecosistemi e di importanti cambiamenti climatici è importante mettersi in gioco e fare la propria parte.

Un approccio più rispettoso verso l’ambiente può davvero permetterci di fare la differenza anche all’interno delle mura domestiche, è per questo che vogliamo sfidarti a realizzare ricette ad impatto zero!

Vuoi partecipare al contest #unaricettaperlambiente?
Ecco poche semplici regole per farlo!

– Acquista il nostro miele oppure utilizza quello che hai a disposizione in dispensa

– Pensa ad una ricetta che abbia il minore impatto sull’ambiente possibile. Ciò significa utilizzare solo ingredienti stagionali, ancora meglio se a km0, ridurre (o eliminare) i tempi di cottura ed eliminare gli scarti.

– Realizza la tua ricetta dolce o salata a base di miele

– Scatta una foto al tuo piatto e condividilo sui social taggando ADI Apicoltura oppure inviaci la foto.

– Invita quanti più amici possibili a partecipare al contest e aiutaci nel tuo piccolo a dare un contributo importante alla salvaguardia della biodiversità e degli ecosistemi.

– A fine gennaio, gli autori delle ricette più originali ma soprattutto di quelle più “sostenibili”, riceveranno una fornitura di miele Adi Apicoltura e la possibilità di accedere ad una degustazione esclusiva di miele.

Pronto a metterti in gioco?
Corri in cucina e dai libero sfogo alla fantasia: realizza la tua ricetta ad impatto zero a base di miele e condividila con noi !

crema di ricotta al miele

CREMA DI RICOTTA AL MIELE DI SULLA

Sei alla ricerca di ispirazione per un dolce al cucchiaio facilissimo da preparare, che all’occorrenza può anche diventare una crema con la quale farcire torte o altri dolci?

Allora opta per la preparazione della crema di ricotta al miele, accompagnata da gocce di cioccolato fondente e arancia candita!

Parliamo di un dolce dalle origini siciliane, un’idea veloce da mettere in pratica (non richiede cottura!) e molto apprezzata anche per la sua versatilità.

La puoi gustare da sola, come dessert servito all’interno di semplici vasetti di vetro, oppure utilizzarla come ripieno per gustose torte da forno.

Continua a leggere per scoprire tutti gli ingredienti e i passaggi della preparazione.

INGREDIENTI

per 4 coppette:

  • 800 gr di ricotta (di pecora o di mucca)
  • 80 gr di miele di Sulla bio
  • 50 gr di gocce di cioccolato fondente
  • 60 gr di arancia candita
  • 20 gr zucchero a velo
  • Cannella in polvere q.b.

DIFFICOLTÀ: molto facile

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10 minuti

INIZIAMO!

PROCEDIMENTO

  • Se la tua ricotta è artigianale setacciala per renderla più cremosa, dopodiché riponila in una ciotola. Se hai optato per una ricotta confezionata invece, sarà sufficiente lavorarla per alcuni istanti con una spatola o forchetta per raggiungere la consistenza desiderata.
  • Aggiungi nella stessa ciotola lo zucchero a velo e il miele di Sulla, quindi amalgama bene il tutto.
  • Una volta che il composto sarà omogeneo, unisci le gocce di cioccolato fondente e l’arancia candita, quindi mescola nuovamente.
  • Distribuisci la crema di ricotta al miele in quattro vasetti di vetro. Puoi decidere di servirla subito, oppure conservarla in frigorifero per qualche ora.
  • Dai il tocco finale al tuo dessert aggiungendo un po’ miele e una spolverata di cannella in polvere a piacere.

CONSERVAZIONE

La crema di ricotta al miele si conserva in frigorifero per uno/due giorni al massimo.

Miele di Sulla ADI: una dolcezza delicata

Il nostro miele di Sulla biologico viene raccolto nelle regioni dell’Abruzzo e del Molise. È caratterizzato da un sapore e un profumo delicato e dalle note fruttate, per questo risulta ampiamente apprezzato sia da adulti che da bambini. Alla vista possiede un colore ambrato chiaro e una cristallizzazione fine e compatta.

Si presta bene a essere usato come dolcificante sia per bevande che per dessert, come in questo caso. Il suo aroma particolare viene esaltato quando abbinato a formaggi dal sapore non troppo intenso e piccante, come la ricotta o il caprino.

Lo puoi trovare sul nostro shop online (in versione MioMiele) oppure sugli scaffali del tuo supermercato di fiducia!

Mele al forno con Mandorle e Miele

MELE AL FORNO CON MANDORLE E MIELE DI TIGLIO: un Dessert semplice e appetitoso

Le mele al forno sono spesso annoverate tra i tradizionali “Dolci della nonna”, molto semplici da preparare grazie a ingredienti basilari che quasi tutti hanno nella propria dispensa. 

È il dessert ideale per chi non vuole appesantirsi eccessivamente dopo i pasti, ma desidera comunque concludere il pranzo o la cena con qualcosa di sfizioso.

Oggi però vogliamo darti dei suggerimenti per aggiungere un tocco di creatività e dolcezza a questa ricetta, in stile ADI!

In che modo?

Aggiungendo il nostro Miele di Tiglio Bio e della frutta secca, come mandorle e noci!

Ecco, quindi, i nostri consigli per preparare una versione più sfiziosa di questo ottimo dolce a base di frutta.

Allaccia il grembiule e continua a leggere!

INGREDIENTI

Per una teglia piccola:

  • mele Golden
  • Miele di Tiglio Bio
  • 20 gr mandorle a lamelle
  • 20 gr noci
  • mezzo limone
  • 2 cucchiai zucchero di canna
  • cannella in polvere q.b.

TEMPO DI PREPARAZIONE

  • 10 Minuti
  • Difficoltà: molto facile

PREPARAZIONE

  • Inizia sbucciando le mele e tagliandole a fette, non troppo sottili. Riponile poi in una ciotola con il succo di mezzo limone.
  • Dopo qualche minuto, scolale dal succo e inizia a disporle a strati in una teglia piccola.
  • Tra uno strato e l’altro, farcisci aggiungendo mandorle a lamelle, noci tritate e un po’ di zucchero di canna. Ultima aggiungendo una spolverata di cannella.
  • Prosegui realizzando il secondo strato di mele: replica il passaggio precedente aggiungendo mandorle, noci e zucchero di canna.
  • Concludi aggiungendo qualche cucchiaio di miele di tiglio sull’ultimo strato, cercando di coprire tutta la superficie.

COTTURA

  • Preriscalda il forno a 180 gradi.
  • Inforna le mele nel forno caldo e falle cuocere per 20-25 minuti circa.
  • Servile ancora tiepide e… buon appetito!

Miele di Tiglio ADI: carattere e dolcezza

Quello di tiglio è un miele dal colore ambrato chiaro; al gusto e all’olfatto ha un’elevata persistenza e una notevole intensità. Non è decisamente un miele gentile e delicato, come ad esempio quello di Acacia, ma al contrario possiede un carattere piuttosto marcato.

In fase di degustazione esprime salvia, lime e sentori freschi seppur decisi. Sul finale diventa agrumato-amaro, prolungando l’esperienza degustativa. Trovalo sul nostro shop online, in versione Miomiele o anche all’interno della Box “Biodiversità”!

Cover_Biscotti

Omini di Pan di Zenzero addolciti al miele Bio ADI

Ecco un’idea golosa per trascorrere un pomeriggio in compagnia, preparando degli adorabili biscotti natalizi home-made, magari in compagnia dei più piccoli!

Questi simpatici omini sono realizzati con una base di frolla aromatizzata alla cannella, zenzero e addolciti con il miele (puoi sceglierne uno biologico e 100% italiano qui sul nostro shop!).

È possibile anche preparare una seconda versione più scura di questi biscotti, utilizzando in questo caso la frolla al cacao e nocciole

Divertitevi a creare una gioiosa atmosfera natalizia, continuate a leggere per scoprire ingredienti e procedimento!

INGREDIENTI

Per 12 biscotti di Pan di Zenzero:

  • 1 Uovo
  • 175 g Farina 00
  • 80 g di zucchero
  • Sale q.b.
  • 25 g di miele ADI Bio 100% italiano a vostra scelta
  • Cannella in polvere q.b.
  • Noce moscata
  • Zenzero in polvere
  • Chiodi di garofano
  • Un pizzico di bicarbonato
  • 55 g di burro

Per 10 biscotti di frolla al cacao e nocciole:

  • 60 g di burro
  • 5 g di cacao amaro
  • 15 g di pasta di nocciole
  • 35 g di farina di nocciole
  • Mezzo baccello di vaniglia
  • 115 g di farina 00
  • 1 tuorlo d’uovo
  • Sale fino q.b.
  • Zucchero a velo

Ingredienti per la glassa colorata:

  • Coloranti alimentari
  • Zucchero a velo
  • 1 albume d’uovo

PROCEDIMENTO

Per preparare il pan di zenzero, versate in un mixer la farina, i chiodi garofano (in polvere), la cannella, lo zenzero, il bicarbonato, lo zucchero e un pizzico di sale.

Dopodiché, unite il miele bio 100% italiano (libera scelta sulla tipologia), il burro a pezzettini e la noce moscata. Azionate il mixer a intermittenza, fino a creare un composto “sabbioso”.

Ponetelo su un piano di lavoro e praticate un foro in cima, dove andrete a inserire il tuorlo dell’uovo, amalgamandolo con una forchetta. Lavorate l’impasto fino a formare un panetto che avvolgerete in una pellicola. Lasciatelo riposare in frigorifero per 30 minuti.

Per preparare la frolla al cacao e nocciole invece, ecco come procedere:

Versate nel mixer la farina e il burro a pezzi, avviatelo fino a ottenere un composto sabbioso, dopodiché aggiungete la farina di nocciole e fate andare ancora un po’. Trasferite il composto su un piano di lavoro e, anche qui, inserite il tuorlo dell’uovo in un foro praticato al centro. Iniziate a impastare dopo aver aggiunto anche i semini di vaniglia, la pasta di nocciole e lo zucchero a velo. Arrivate a ottenere una consistenza compatta. Amalgamate poi all’impasto anche il cacao setacciato. Anche per questo secondo panetto, sarà necessario lasciarlo riposare in frigorifero 30 minuti, avvolto in una pellicola.

Per ottenere le forme dei biscotti di pan di zenzero, sarà prima necessario stendere entrambi i panetti con l’aiuto di un mattarello, in dischi di circa 1 cm di spessore. Ora divertitevi a coppare con le vostre formine i due composti, ottenendo così gli omini che poi andremo a decorare.

Riponete i biscotti formati su una teglia ricoperta da carta da forno e lasciateli riposare in frigorifero per almeno 15 minuti (in questo modo manterranno la propria forma durante la cottura!).

Cuoceteli poi in forno statico preriscaldato a 170° per 15 minuti.

Una volta sfornati, mentre li facciamo raffreddare, prepariamo la glassa bianca che ci servirà per decorare i biscotti.

Ecco come fare:

In una ciotola, sbattere l’albume con le fruste elettriche. Quando sarà bianco, unire poco alla volta lo zucchero a velo, fino a ottenere una consistenza fluida. Se lo desiderate, potete dividere il composto a metà e colorarne una parte aggiungendo qualche goccia di colorante rosso.

Versate le due dosi ottenute in due sac-à-poche e iniziate a decorare a piacimento gli omini: ad esempio, potreste tracciarne i bordi o realizzare dei bottoncini ornamentali!

COME SI CONSERVANO

Questi adorabili biscotti natalizi si conservano per 4-5 giorni sotto una campana di vetro oppure in una scatola di latta. La frolla cruda invece, si può conservare per un mese in congelatore.

Cover_MieleBio

Miele: l’importanza del biologico

Noi di ADI Apicoltura lo affermiamo da sempre: acquistare miele da apicoltura biologica è fondamentale, soprattutto se si vuole essere consumatori etici e consapevoli.

Ormai è appurato che le nostre scelte di acquisto influenzano il mercato e, di conseguenza, l’interno settore produttivo. Il contributo e le scelte degli acquirenti sono dunque importantissime per preservare, a lungo andare l’ecosistema, e soprattutto per tutelare il futuro dell’ambiente, la biodiversità e la salute delle nuove generazioni.

Sono molte, purtroppo, le realtà produttive che ad oggi fanno ancora uso di pesticidi, che si rivelano sempre più tossici per l’ambiente e per gli insetti impollinatori.

Da più di 20 anni noi di ADI, invece, abbiamo scelto la certificazione Bio sia per il nostro allevamento di api che per il miele.

COSA SIGNIFICA PRODURRE MIELE BIOLOGICO?

Produrre miele biologico significa dedicare alle api, al nomadismo (ovvero alla pratica di spostare gli alveari “inseguendo” le fioriture), e all’intero processo estrattivo, il doppio delle energie.

Non usiamo prodotti chimici per la cura delle nostre api e i luoghi dove viene raccolto il nettare, che poi le api trasformeranno in miele, devono essere incontaminati.

Per questo è una scelta spesso impopolare: compierla comporta anche rinunciare a volte ai guadagni, decidendo quindi di produrre miele in quantità magari ridotte, ma con modalità più etiche e sostenibili.

Ogni vasetto di miele per noi è prezioso: basti pensare che racchiude al suo interno il lavoro di centinaia di api, di un’intera famiglia, di un attento apicoltore che ogni giorno svolge la sua attività con cura e dedizione.

MIELE BIO: NON RINUNCIARE ALLA QUALITÀ

Il nostro obiettivo sarà sempre quello di portare il miele sulle tavole di chi lo compra nel modo più naturale possibile, così come ce lo danno le nostre api.

La cura del prodotto continua nel nostro laboratorio dove tutta la produzione è controllata e certificata da organismi internazionali, in modo da assicurare ai nostri clienti la massima naturalezza e qualità dei prodotti che acquistano.

Ogni giorno difendiamo i nostri valori, promuovendo un miele bio e 100% italiano, ma soprattutto che rispetti la natura in ogni fase del suo processo produttivo.

Non rinunciare alla qualità!

Acquista i nostri mieli in modo consapevole, per te e per i tuoi cari: potrai assaporare al loro interno tutta la genuinità della nostra filiera, effettuando al contempo una scelta etica e benefica per la salute.

cover_risotto

Risotto mantecato al porro con miele di tarassaco: un primo piatto raffinato

Ormai il miele non si riduce più a un esclusivo impiego come dolcificante, ma diventa protagonista assoluto anche nei piatti della tradizione, arricchendone i sapori e donando sfumature gustative sorprendenti per il palato.

Oggi, ad esempio, vogliamo proporvi la preparazione di un primo piatto molto chic e raffinato: parliamo del risotto.

In questa ricetta però non si parlerà del solito risotto allo zafferano, vi illustreremo la nostra versione con un twist:

risotto al porro mantecato con pecorino Romano, servito con una spolverata di Bottarga di Tonno a piacere, barbabietola e per finire, qualche goccia di miele di Tarassaco Bio.

Non lasciatevi intimorire: la preparazione di questo piatto risulterà semplicissima! Vediamo subito cosa occorre.

INGREDIENTI

  • Riso Carnaroli 
  • Porro (recuperare solo il cuore) 
  • Pecorino Romano grattugiato
  • Brodo leggerissimo di verdura 
  • Bottarga di tonno (anche in polvere va bene) 
  • Germogli di piselli oppure barbabietola
  • Miele di Tarassaco biologico
  • Pepe 
  • Scorza di limone 

PREPARAZIONE

  • Iniziamo a preparare il risotto nel modo classico, facendo appassire il porro in una padella con un filo d’olio e tenendolo poi da parte.
  • Nella stessa padella, dopo aver aggiunto ancora qualche goccia di olio, facciamo tostare il riso e aggiungiamo il porro precedentemente scottato.
  • Copriamo il risotto con il brodo e lasciamolo cuocere, controllando sempre che l’acqua non si assorba mai del tutto.
  • Qualche minuto prima della fine della cottura aggiustiamo di sale il risotto e mantechiamolo con una generosa quantità di Pecorino grattuggiato. La consistenza ideale consigliata è all’onda.
  • Adesso che abbiamo completato la prima fase, andiamo a guarnire e assemblare il nostro piatto!
    Prima di tutto, serviamo il risotto su un bel piatto senza lasciare che si raffreddi troppo. Procediamo lasciando cadere sul Top qualche goccia di miele di tarassaco. Infine riponiamo, in corrispondenza delle gocce, qualche germoglio di piselli (oppure barbabietola).
    Ultimiamo il tutto con una spolverata di bottarga e pochissima scorza di limone

Ed ora, buon appetito!

ADI-Cover_Corbezzolo

Miele di Corbezzolo: per veri estimatori

Tra i mieli più pregiati, rari e difficili da produrre, troviamo sicuramente il miele di corbezzolo. La sua scarsa diffusione e il suo aroma, molto particolare, lo rendono altresì un prodotto molto ricercato, apprezzato soprattutto dai palati più raffinati.

Questo particolare miele si produce in autunno, a seguito di estati piovose, prevalentemente in Sardegna e nelle zone che si affacciano sul Tirreno, nella macchia mediterranea.

Il miele di Corbezzolo (o Albatro) deriva da una pianta particolare e simbolica. Si narra, infatti, che sia stato il Corbezzolo ad ispirare i colori della bandiera italiana: il verde del suo fusto, il bianco dei suoi fiori, il rosso dei suoi frutti. Forse anche per questo il Corbezzolo fu uno dei simboli più significativi del Risorgimento italiano!

Per gli antichi, il Corbezzolo era rappresentato tra le mani della Dea Carna, protettrice del benessere fisico, la quale usava il rametto del Corbezzolo per scacciare gli spiriti maligni.

Note di degustazione, caratteristiche e usi

Il miele che deriva dal Corbezzolo è un miele dai sapori e profumi molto forti e persistenti, con una forte componente amara ed astringente.

Al naso risulta pungente, con sentori di edera e fondi di caffè, cuoio bruciato, peperone verde, fava di cacao, rabarbaro e genziana.

Assaggiandolo si scoprono sensazioni di cicoria, foglia di tabacco bagnata, legno verde e radice amara.

Ottimo l’abbinamento per analogia a cardi e carciofi, oppure per contrasto a formaggi dolci e grassi.

Contrariamente a quello che si potrebbe intuire, si presta ottimamente anche per dolcificare, in particolare il caffè, con il quale si sposa particolarmente bene. Il suo gusto dolce-amaro è molto apprezzabile nelle bevande e viene spesso usato sia in liquori che in bevande a più bassa concentrazione alcolica. Un suo impiego tradizionale è quello sulle Seadas, un dolce tipico sardo costituito da ravioli di pasta fritti ripieni di formaggio fresco. Prezioso e ricercato, il miele di Corbezzolo può essere una fantastica idea regalo per tutti gli estimatori dei mieli uniflorali.
Scoprilo sul nostro shop!

ADI-Cover_Salmone

Salmone marinato alla salsa di soia e miele

Vuoi stupire i tuoi ospiti a cena con un piatto Gourmet dal sapore ricercato?

Lasciati ispirare da questa ricetta: molto semplice da preparare e al tempo stesso gustosissima!

Stiamo parlando del salmone marinato alla salsa di soia e miele. Un piatto di pesce capace di conquistare anche i palati più fini.

Ecco come realizzarlo!

INGREDIENTI

  • 4 tranci di salmone
  • 150 ml di salsa di soia dolce
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di miele millefiori
  • 4 cm di zenzero
  • 2 spicchi di aglio
  • Pepe in grani
  • Olio EVO q.b.
  • Semi misti

TEMPO DI PREPARAZIONE E DI COTTURA: 30 MINUTI

PROCEDIMENTO

  • All’interno di un contenitore, sciogliere zucchero e miele nella salsa di soia diluita con l’acqua. Unire lo zenzero e l’aglio tagliato a fettine sottili, aggiungere qualche grano di pepe.
  • Lasciar marinare i tranci di salmone per almeno due ore, coprendo il contenitore e girando di tanto in tanto il pesce.
  • Cuocere il salmone in una padella antiaderente preriscaldata, leggermente unta di olio. Adagiare il salmone dal lato della pelle così da facilitarne la rimozione.
  • Aggiungere la marinatura e lasciare cuocere almeno quattro minuti per lato, in base allo spessore del trancio. Irrorare quanto necessario, il salmone dovrà risultare succoso e morbido all’interno.
  • Tostare a parte i semi misti. Servire il salmone ancora caldo e decorare il piatto con i semi tostati.

Miele Millefiori ADI: il tuo alleato in cucina

ADI Apicoltura da sempre interpreta l’eccellenza del grande miele italiano.

Il miele “Millefiori”, così denominato perché non è uniflorale, ma derivante da differenti tipologie di piante, è distintamente dolce con un intenso retrogusto vegetale.

Il suo sapore delicato lo rende un miele particolarmente adatto a molteplici usi e ricette.

Il metodo di produzione influisce molto sulla preservazione delle sue proprietà, per questo è raccomandabile acquistare un prodotto genuino e naturale, che non sia stato alterato da lavorazioni industriali, e biologico, proprio come quello di ADI Apicoltura. Scoprilo sul nostro shop online!

Cover_Tort

Torta di zucca e miele di agrumi: soffice e da leccarsi i baffi!

Hai già pensato a come riutilizzare le zucche di Halloween

Noi sì, e vogliamo darti una dolce idea per farlo: torta al miele di agrumi con zucca e mandorle!

Soffice, profumata e nutriente, adatta per accompagnare sia la colazione che la merenda, ancor meglio se assieme ad una tazza di tè.

In questa ricetta vi proponiamo di usare il miele di agrumi ADI al posto dello zucchero, per conferirgli un tocco aromatico e di dolcezza in più.

INGREDIENTI

  • 200 gr di zucca (già pulita, senza buccia e senza semi)
  • 65 gr di burro
  • 100 gr di miele (prova quello di agrumi!)
  • 3 uova
  • 500 ml di latte
  • 1 limone
  • 200 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola di patate
  • 100 gr di mandorle
  • 1 bustina di lievito

PROCEDIMENTO

  • Tagliare la zucca in piccoli pezzi e cuocerla a vapore, o in un pentolino, con poca acqua fino a che non risulti abbastanza morbida da essere facilmente schiacciata con una forchetta.
  • Lavorare il burro con il miele di agrumi fino a ottenere un composto cremoso e ben montato. Aggiungere le uova al composto facendo attenzione che siano ben incorporate prima di aggiungere la successiva.
  • Unire la zucca tritata, amalgamandola bene, e aggiungere il latte a temperatura ambiente.
  • Lavorare il composto fino a renderlo liscio e omogeneo, quindi unire la scorza del limone grattugiata e il succo di limone. Mescolare e aggiungere farina, fecola di patate e lievito, precedentemente setacciati. Infine, le mandorle tritate.
  • Versare l’impasto in uno stampo imburrato e cuocere in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.
  • Decorare la superficie con glassa e granella di mandorle.

Miele di agrumi ADI: goloso e salutare

Il miele di Agrumi è sicuramente tra i mieli più apprezzati al mondo.

Le specie di agrumi da cui viene prodotto sono arancio, limone, mandarino, bergamotto, cedro, pompelmo.

Il nostro miele di Agrumi è biologico e 100% italiano. Nel nostro paese, per via del clima particolarmente favorevole, questo miele viene prodotto principalmente in Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata e Puglia.

Provalo e lasciati conquistare dal suo profumo floreale e delicato, con tendenza al fruttato!

ADI-Cover_Castagno

Miele di Castagno Bio: caratteristiche e peculiarità

Contraddistinto dal colore scuro e ambrato, il miele di castagno possiede un sapore intenso e deciso, dal retrogusto leggermente amaro.

Questo miele si ottiene dai fiori della pianta di Castagno, da cui prende il nome, e solitamente viene raccolto nel periodo estivo, tra fine giugno e metà luglio (a differenza delle castagne, tipicamente autunnali).

È tipico delle zone temperate e si produce principalmente tra i 300 e 1.200 metri di altitudine sul livello del mare. Noi di ADI Apicoltura, ci rechiamo per la sua raccolta nelle regioni di Calabria, Lazio, Piemonte e Lombardia.

Peculiarità

Il miele di castagno costituisce una delle principali produzioni uniflorali a livello nazionale.

È un miele particolare, che viene maggiormente apprezzato da chi non ama i sapori troppo dolci e piatti.

Come per il miele di Acacia, la sua prevalente componente di fruttosio rispetto al glucosio gli conferisce grande liquidità, facendo sì che si trovi raramente in uno stato cristallizzato.

Note Degustative e Abbinamenti

Il suo gusto piuttosto amaro ed il forte aroma, non lo rendono un miele adatto a dolcificare bevande come tè e tisane, quanto più ad aromatizzare e insaporire piatti.

Grazie al suo gusto deciso, è ottimo anche se consumato da solo, ad esempio spalmato su una fetta di pane, eventualmente con del burro. È Perfetto da provare in abbinamento alla ricotta, a piatti salati di carni e formaggi stagionati di latte vaccino, come il Parmigiano Reggiano.

Durante la fase di degustazione, risulta persistente soprattutto nella sua componente amara, caratterizzandosi per il suo peculiare retrogusto.

All’olfatto, il miele di castagno possiede un aroma molto caratteristico, contraddistinto da note vegetali e vagamente erbacee, che talvolta rimandano al legno.

Tra i vari mieli, è particolarmente noto per le sue proprietà anti-infiammatorie e anti-batteriche (se non viene pastorizzato). Dal punto di vista nutrizionale, costituisce un’ottima fonte energetica. Con il miele di castagno si possono creare numerose preparazioni culinarie, come torte dolci, risotti mantecati, gnocchi di patate e piatti a base di selvaggina.

 

Iscriviti alla nostra newsletter!

Non preoccuparti, invieremo solo una comunicazione mensile sulle novità… e molto presto, per i primi iscritti, ottime occasioni d’acquisto!

    Nome
    Cognome
    Inserisci la tua mail

    Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa per il trattamento dei dati personali e di consentire l'utilizzo degli stessi per la corretta fruizione del servizio offerto. Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e i Termini di Servizio di Google sono applicati.

    ADI Apicoltura s.r.l.
    Via Alcide De Gasperi, 72
    66046 Tornareccio (CH)

    [email protected]
    P.IVA 02051060693

    Tel. +39 0872 868160
    Fax +39 0872 870021

    Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

    Privacy PolicyCookie PolicyInfo SpedizioneCondizioni contrattualiContatto

    Credits: IDEA Food & Beverage