News Archivi – ADI Apicoltura

News

cover ricetta ghiaccioli

Ghiaccioli alle pesche, albicocche e miele: benvenuta estate!

Con l’arrivo dell’estate quale idea migliore se non preparare dei deliziosi e dissetanti ghiaccioli con prodotti freschi e sani da gustare in compagnia? Per questa ragione, la proposta di oggi è dedicata ai ghiaccioli alle pesche, albicocche ingolosita dall’aggiunta del nostro amato miele di acacia. Pronti a lasciarvi conquistare dal primo all’ultimo morso? Cominciamo!

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Tempo totale: 20 minuti

INGREDIENTI

  • 200 gr di pesche mature
  • 200 gr di albicocche
  • 250 ml di yogurt bianco magro
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di miele di acacia

PROCEDIMENTO

  1. Preparare la crema di pesche tagliandole a tocchetti e lasciandole macerare per qualche minuto;
  2. Frullare le pesche ed aggiungere 125 ml di yogurt bianco;
  3. Riempire lo stampo per ghiaccioli fino a metà e far rapprendere in freezer per 10 minuti;
  4. In seguito, preparare la crema di albicocche: una volta tagliate a metà e denocciolate, cuocerle per 5 minuti abbondanti insieme al miele di acacia;
  5. Una volta ammorbidite frullatele e aggiungete il restante yogurt;
  6. Poi lasciatele intiepidire e versatele delicatamente nello stampo per ghiaccioli fino a riempirlo completamente;
  7. Infine, lasciate raffreddare i ghiaccioli in freezer per 8/10 ore.
  8. Per estrarli più facilmente, passare lo stampo sotto il getto di acqua calda per pochi secondi.

Realizza le tue ricette con il miele biologico ADI

Oltre a portare in tavola il buon umore con questa ricetta estiva, ti ricordiamo che scegliere di realizzarla con prodotti biologici e italiani è un gesto importante in grado di fare la differenza: in questo modo infatti non solo il buon gusto farà da padrone ma contribuirai nella lotta a sostegno della biodiversità.

I nostri mieli biologici ti aspettano sul nostro shop oppure sugli scaffali del supermercato, scoprili tutti!

cover miele millefiori

Miele Millefiori: intramontabile classico

Vi siete mai chiesti come mai il miele Millefiori rientri tra i mieli più interessanti da degustare, oltre che essere tra i più apprezzati? Il motivo è semplice: il suo intenso retrogusto vegetale ricorda come sapore le deliziose gelatine di frutta o della marmellata ai frutti di bosco mentre il suo profumo potrebbe ricordarvi quello delle famose caramelle Toffee e della frutta candita.

Certificato biologico, il miele di Millefiori possiede inoltre una consistenza densa, morbida e vellutata che ne impreziosisce l’assaggio.

Ideale da spalmare su una tostata fetta di pane, da gustare insieme allo yogurt fresco o da aggiungere come dolcificante per bevande calde; risulta perfetto in accompagnamento alla frutta fresca o per la preparazione di dolci casalinghi come una delicata torta allo yogurt e miele.

In aggiunta, se siete degli amanti del “nettare degli Dei”, vi consigliamo di provarlo con carni e pesce in salsa.

Non solo, grazie alla sua varietà botanica ogni lotto possiede note di degustazione uniche e irripetibili che lo rendono facilmente distinguibile dagli altri mieli!

Miele Millefiori: un assaggio di Abruzzo

Originario della nostra amata terra, le diverse piante che ne danno origine sono la diretta espressione del territorio in cui questo miele viene raccolto: per la produzione del miele di Millefiori i nostri apicoltori, infatti, si recano in Provincia di Chieti durante il mese di giugno.

Da sempre in prima linea nella produzione di prodotti biologici, naturali e sostenibili, la linea Biodiversità è espressione del nostro impegno nei confronti di un’agricoltura biologica che aiuti a preservare la biodiversità e a tutelare la sopravvivenza di specie (animali e non) che sono a rischio.

Ognuno di noi infatti può dare il proprio contributo attraverso piccoli gesti: scegliendo prodotti biologici, sostenendo la sopravvivenza delle api (a rischio estinzione) e acquistando mieli che rispettano la natura e la vita delle api stesse.

I nostri mieli biologici ti aspettano sul nostro shop oppure sugli scaffali del supermercato, scoprili tutti!

E se con l’arrivo dell’estate fossi alla ricerca di una ricetta dissetante non perderti il prossimo articolo sui ghiaccioli alle pesche, albicocche e miele di acacia!

cover giornata ambiente

Giornata mondiale dell’ambiente: l’ecosistema al centro

Il tema scelto quest’anno per festeggiare la Giornata Mondiale dell’Ambiente è il “Ripristino degli Ecosistemi” con l’obiettivo di prevenire e contrastare i danni inflitti agli ecosistemi del pianeta contribuendo così alla sua graduale guarigione.

Oggi, nella giornata del 5 giugno, viene lanciato ufficialmente il Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino dell’Ecosistema, avente come missione globale quella di far rivivere miliardi di ettari, dalla cima delle montagne alle profondità del mare.

Il fine è quello di invitare tutti a svolgere azioni più consapevoli per aiutare il nostro pianeta: fare la propria parte è possibile anche attraverso attività come ripulire un’area naturale, rendendo più verdi la propria casa, azienda o uno spazio pubblico con alberi e piante autoctone oppure scegliendo di acquistare solo prodotti e servizi certificati come sostenibili.

Piccoli grandi gesti per la salvaguardia dell’ambiente

Gli amanti della natura sanno bene che, attraverso l’impollinazione, le api mantengono vivi gli equilibri essenziali di cui la natura necessita poiché, senza di esse, molte specie di piante si estinguerebbero costringendoci così a ricorrere a metodi artificiali.

È risaputo inoltre che l’inquinamento abbia contribuito a danneggiare la fauna selvatica, riducendo il numero degli insetti impollinatori nel corso del tempo: per far fronte a questa situazione, una soluzione potrebbe essere rappresentata dal piantare fiori lungo i confini dei terreni agricoli fornendo così preziose “stazioni di alimentazione” per le api e altri impollinatori.

È bene ricordare, infatti, che più api sono vive e impollinano, più la natura sarà rigogliosa e l’indice di biodiversità alto a favore di un ecosistema forte e capace di rigenerarsi.

ADI, da sempre in prima linea

Anche noi apicoltori vogliamo soffermarci su questa ricorrenza e sottolineare l’importanza che le api hanno per il nostro ecosistema: se vogliamo preservare l’ecosistema e la sua biodiversità, dobbiamo proteggere questi insetti impollinatori anche attraverso un’apicoltura biologica che non faccia uso di sostanze chimiche e pesticidi, come la nostra.

Noi di ADI difendiamo ogni giorno i nostri valori promuovendo un miele biologico incontaminato, ricco di vitamine ed enzimi e che rispetti la natura in ogni fase della sua produzione.

Grazie a semplici gesti, è possibile fare molto: visita il nostro sito e scopri di più sulla Mission della nostra azienda! Ti ricordiamo infine che fino al 20 Giugno 2021, acquistando sul nostro shop uno o più vasetti di miele Bio ADI, riceverai un esclusivo COUPON del 15% di sconto con il quale poter acquistare una pianta sullo shop di Lezio contribuendo così ad aiutare le api e la biodiversità.

cover-lupinella

Miele di Lupinella: irresistibile gusto fruttato

Direttamente dalla selezione di ADI oggi vi parliamo del delizioso miele di Lupinella! Per la produzione di questo delicato miele i nostri apicoltori si recano in provincia di Isernia durante il mese di maggio: le fasi di lavorazione del prodotto smielatura, centrifugazione, decantazione e invasettamento vengono effettuate a basse temperature nel rispetto delle api e della biodiversità.

Caratterizzato da un’estrema delicatezza, il miele di Lupinella presenta leggeri aromi fruttati che lo rendono ideale per diversi tipi di utilizzo.

Ottimo per la colazione, da aggiungere nel latte o spalmare sulle fette biscottate, risulta ideale per la preparazione di dolci e torroni.

Dal colore giallo ambrato, grazie ad un sapore delicato dalle note fruttate ed una cristallizzazione compatta, può essere inoltre usato come dolcificante nelle tisane e altre bevande o consumato in diversi momenti della giornata.

Scopri la linea Miomiele

MioMiele è la linea che ci ha reso “Pionieri del miele biologico 100% italiano”: una personale scommessa che ci ha visto per primi investire tempo, sforzi e denaro per implementare metodologie e tecnologie fondamentali così da produrre miele biologico al 100%, certificato sia all’origine che in fase di smielatura e invasettamento.

Perché biologico? Perché è più sano, più buono, più rispettoso della natura e delle api!

Ti stai chiedendo quali altri squisiti mieli facciano parte dell’universo ADI? Allora corri sul nostro shop: Lupinella, Agrumi e Ciliegio sono solo alcuni dei mieli che troverai sul nostro sito o, in alternativa, cercaci negli scaffali del tuo supermercato di fiducia!

Ti ricordiamo inoltre che fino al 20 Giugno 2021, acquistando sul nostro sito uno o più vasetti di miele Bio ADI, riceverai un esclusivo COUPON del 15% di sconto con il quale poter acquistare una pianta sullo shop di Lezio contribuendo così ad aiutare le api e la biodiversità.

copertina articolo beeflower

Giornata Mondiale delle Api: celebrala con Bee Flower

Oggi 20 maggio si celebra la Giornata Mondiale delle Api, quale migliore occasione quindi per festeggiare i nostri amici impollinatori se non ricordando la loro importanza e provando a far qualcosa per loro?

Le api sono essenziali per il nostro pianeta poiché si occupano costantemente del mantenimento della biodiversità e della conservazione dell’ecosistema.

La nascita di nuovi germogli e la produzione continua e incessante da parte della natura sono infatti possibili solo grazie all’impollinazione e alla laboriosità dei nostri piccoli amici.

Consapevoli di questo, noi di ADI Apicoltura da sempre ci impegniamo per proteggere le api attraverso un’apicoltura biologica e rispettosa dell’ambiente, ma quest’anno vogliamo fare qualcosa di più…

In occasione della Giornata Mondiale delle Api, abbiamo deciso di lanciare un progetto speciale che coinvolga gli amanti delle api e della natura.

ADI e LEZIO insieme per il progetto BEE FLOWER

Abbiamo dato vita al progetto Bee Flower in partnership con LEZIO, azienda italiana produttrice di piante e fiori, attenta alla sostenibilità e dall’animo green: l’iniziativa, oltre a far conoscere questa lunga storia d’amore tra api e fiori, è volta a rafforzare il legame tra la natura e i nostri preziosi insetti impollinatori.

E quale modo migliore per farlo se non portando un po’ di natura anche all’interno delle nostre case?

BEE FLOWER: scopri come aderire all’iniziativa

Se ti stai chiedendo come prendere parte a questo progetto sappi che, da oggi 20 Maggio fino al 20 Giugno 2021, acquistando sul nostro sito uno o più vasetti di miele Bio ADI, riceverai un esclusivo COUPON del 15% di sconto con il quale poter acquistare una pianta sullo shop di Lezio diventando così assieme a noi paladino delle api e della biodiversità.

Se invece sei goloso dei nostri mieli e preferisci ricevere lo sconto sul nostro shop, non dovrai fare altro che andare sullo shop di Lezio e acquistare una pianta, così poi riceverai da loro un coupon per acquistare i nostri mieli ad un prezzo scontato del 15%, sostenendo la nostra produzione biologica e 100% italiana.

Qualunque strada tu decida di intraprendere, le api e la natura, ti saranno oggi e per sempre molto grate.

Se parteciperai al progetto e acquisterai miele e piante fiorite, ricordati di condividere una foto sui social con l’hashtag #beeflower per raccontare il tuo sostegno per le api e la biodiversità!

Buona giornata internazionale delle api a tutti!

cover articolo ricetta dolce

Ricotta all’arancia, nocciola e caffè: delicatezza per il palato

La proposta di oggi ha come protagonista il miele di agrumi, noto per essere mediamente dolce, leggermente acido e con una delicata nota amara.
Goloso e salutare, quasi incolore, ha un profumo di fiori suadente e delicato, tendente al fruttato: grazie al suo aroma dolce che lo contraddistingue, è possibile abbinarlo a quasi tutte le preparazioni di pasticceria.
Il dessert che vogliamo preparare insieme a voi, “Ricotta all’arancia nocciola e caffè”, semplice e sfizioso, ne è uno squisito esempio.
Pronti a lasciarvi conquistare da questa ricetta?

Tempo di preparazione: 20 minuti
Porzioni: 4
Difficoltà: Facile

INGREDIENTI

  • 60 ml caffè
  • 1 cucchiaio zucchero di canna
  • 90 g Nocciole tostate
  • 1 cucchiaio Scorza d’arancia
  • 3 cucchiai Miele di agrumi
  • 450 g ricotta
  • 1 cucchiaio caffè in polvere
  • Liquore all’arancia
  • Agar-agar

PROCEDIMENTO

  • Preparate il caffè ristretto e versatelo in un pentolino, aggiungete lo zucchero di canna fino al relativo scioglimento, unite poi la punta di un cucchiaino di agar-agar e lasciatelo addensare a fuoco basso per poi farlo intiepidire a fuoco spento.
  • In una tazzina o bicchiere tritate le nocciole e grattugiate la buccia d’arancia, mescolate il miele di agrumi con la buccia di arancia e scaldate a vapore per 3 minuti circa.
  • Schiacciate e stemperate la ricotta in una ciotola, rimuovendo quanto più possibile la presenza di granuli, in seguito aggiungete il miele, metà delle nocciole e un pochino di liquore all’arancia.
  • Successivamente aromatizzate l’acqua della cottura a vapore con il caffè in polvere, mettete nel cestello la ciotola di ricotta lasciandola cuocere e profumare al caffè di vapore per 5-10 minuti.
  • Dopodiché riempite uno stampo ad anello tondo con la crema di ricotta, cospargendo la superficie con le nocciole rimaste per poi rimuovere lo stampo in un secondo momento.
  • Infine, decorate il piatto con il caffè leggermente freddo e addensato aggiungendolo a gocce direttamente nei piatti o servito a parte e completate con un po’ polvere di caffè.

Miele di agrumi: buono e sostenibile

Sapevi che il mese di maggio è dedicato proprio alla produzione del miele di agrumi?
Questo miele, biologico e 100% italiano, come dicevamo, risulta particolarmente apprezzato per via delle sue caratteristiche organolettiche: profumo di fiori e sapore spiccatamente dolce sono certamente elementi graditi da appassionati e golosi.
Per realizzarlo, i nostri apicoltori si recano con le arnie in provincia di Taranto!

Perché scegliere la linea Biodiversità? Perché è proprio attraverso questa speciale produzione che rinnoviamo e intensifichiamo il nostro impegno a favore della protezione dell’ecosistema.

Se sei interessato ad acquistare mieli che rispettano la natura e la vita delle api per realizzare le tue ricette ti consigliamo di visitare la sezione shop del nostro o di cercarci tra gli scaffali del tuo supermercato di fiducia!

cover articolo abruzzo

Tornareccio: capitale del miele abruzzese

Lo sapevi che Tornareccio, piccolo borgo in provincia di Chieti, è considerata la capitale del miele abruzzese? Ed è proprio qui che nasce il miele di Adi. Praticare il mestiere dell’apicoltore in questo luogo ricco di cultura significa per noi rispettare un metodo di produzione in equilibrio con la natura, legato ad una storia millenaria e alla valorizzazione del territorio.

Volendo rimanere nel cuore del miele Abruzzese, oltre ai classici e amatissimi miele d’Acacia e Millefiori, oggi vogliamo parlarvi del miele che più si caratterizza per la sua origine e per le sue fioriture tipicamente locali. Stiamo parlando del miele di Sulla.

Sulla, miele abruzzese dal gusto delicato

Acacia, Millefiori, Sulla e Bosco devono le loro radici proprio a questa terra.

L’acacia, uno dei mieli più apprezzati, viene infatti prodotta durante il mese di maggio, mentre il millefiori (miele delicato dall’odore fruttato) e il miele di Sulla (dalle note fruttate) sono protagonisti del mese di giugno, infine alla produzione del miele di bosco (dal sapore deciso) è dedicato il mese di luglio.

Di colore chiaro, il miele di Sulla ha un sapore delicato e presenta una cristallizzazione fine e compatta, risultando perfetto in abbinamento a formaggi freschi e ricotte grazie ad un sapore dalle note fruttate.

Consigliamo di degustarlo con pietanze in agrodolce (meglio se calde o tiepide), carni bianche e piccola cacciagione.

Ma non solo. E’ un ottimo sostituto dello zucchero da tavola, nelle diete di persone sane, in quanto contiene circa il 30% in meno di glucidi e per gli sportivi è consigliato per il suo rapporto bilanciato tra fruttosio e glucosio.

Infine, il suo gusto dolce è più bilanciato, pertanto ha un minor potere dolcificante e per questo è adatto a bevande e infusi come camomilla e tè.

Insomma, oltre a profumare d’Abruzzo, il miele di Sulla è ricco di proprietà che lo rendono un valido concorrente ai tanto amati mieli d’Acacia e Millefiori.

Se non lo hai mai assaggiato ti consigliamo di sperimentarlo, magari a colazione e scoprire il suo aroma delicato e fruttato che lo rendono un miele sempre più apprezzato dai nostri clienti.

Scoprilo nella sezione shop del nostro sito oppure cercaci tra gli scaffali del tuo supermercato di fiducia!

Cremiel Bio ADI

Alla ricerca di uno spuntino sano e goloso? Ecco ADI Cremiel BIO

Cremiel BIO è la nostra speciale crema spalmabile a base di miele di Acacia Biologico ADI e Nocciole IGP del Piemonte, una crema irresistibile che ricorda il sapore del mou e che conta solo 377Kcal per 100 g di prodotto.

Ideale per colazioni e merende gustose e genuine, tantoché nella sezione dell’etichetta INGREDIENTI troverai solo 80% miele d’acacia e 20% nocciola Piemonte IGP. Nessun conservante, nessun aroma aggiunto, solo la bontà di una natura pronta da gustare.

CREMIEL BIO: lo spalmabile da condividere con chi ami

Da mangiare spalmata sul pane classico o tostato, con le fette biscottate o anche da assaporare con un cucchiaino, questa delicata crema biologica, prodotta rigorosamente in Italia, è disponibile nel formato da 250g.

cremiel bio

Prodotto certificato, protagonista della nostra linea NON SOLO MIELE, Cremiel BIO, è in grado di mettere tutti d’accordo.

Gustabile in diversi momenti della giornata, si consiglia di conservarlo in luoghi asciutti, lontano da fonti di calore.

Cremiel BIO: cosa c’è dietro un prodotto?

ADI significa per noi non scendere a compromessi quando si tratta di qualità, di biologico, di difesa della biodiversità e di italianità.

Grazie al nostro miele biologico siamo in grado di portare nelle vostre case prodotti pensati per colazioni salutari, gustose merende e componente gourmet per aperitivi o cene con abbinamenti ricercati.

Curiosi di provarla? Venite a scoprire tutti i prodotti visitando il nostro shop online oppure cercateci tra gli scaffali del tuo supermercato di fiducia!

miele in dispensa

Come conservare il miele: consigli e suggerimenti

Capire come conservare correttamente un alimento una volta aperto, ci consente di preservarne le sue proprietà nel tempo.

Vediamo dunque come salvaguardare il nostro amato miele rispondendo ad alcune domande.

COME SI CONSERVA IL MIELE?

Conservarlo nel vaso in vetro in cui è stato acquistato.

L’importanza di richiudere il barattolo subito dopo l’uso deriva dal fatto che, il miele, essendo un prodotto igroscopico, è in grado di assorbire facilmente l’umidità e gli odori.

Una delle sistemazioni più comuni è quella di riporre il barattolo in dispensa, un ambiente fresco e asciutto, al riparo da luce o fonti di calore, si sconsiglia invece di tenerlo in frigorifero.

Il motivo? Fattori quali temperature inferiori ai o superiori ai 25°C, umidità o luminosità eccessiva, potrebbero alterare le proprietà del miele stesso nel corso del tempo. Per questa ragione, la temperatura ideale risulta essere tra i 10° e i 20°.

IL MIELE HA UNA SCADENZA PRECISA?

Il minimo contenuto di acqua e la quasi totalità di zucchero nella composizione del miele sono due parametri importanti sia per definire la qualità del miele che la conservabilità dello stesso: il valore ideale di umidità, infatti, dovrebbe essere inferiore al 18%.

Per legge è comunque obbligatorio riportare sull’etichetta una data entro cui è consigliato consumare il prodotto, ed è all’incirca di 3 anni dal momento dell’invasettamento del miele.

COME RICONOSCERE UN MIELE MAL CONSERVATO?

Solitamente il miele mal conservato si riconosce perché, iniziando a fermentare, assume un sapore e un retrogusto acido.

Non solo, un miele fermentato presenterà una diminuzione di zuccheri semplici, un aumento di disaccaridi e un colore più scuro.

Perché questo avviene? Oltre all’esposizione dei fattori sopracitati, la fermentazione solitamente si verifica se il contenuto d’acqua presente permette ai lieviti di svilupparsi.

Il MIELE CRISTALLIZZATO È BUONO?

La cristallizzazione è un processo naturale che avviene nella maggior parte dei mieli dopo l’estrazione dal favo. La maggior parte dei mieli cristallizzano tranne quelli di Acacia, Castagno e le Melate perchè hanno una quantità di Fruttosio maggiore rispetto agli altri mieli.

Mentre se troviamo un miele in vaso, diverso da questi tre, allo stato liquido vuol dire che quest’ultimo ha subito un trattamento termico (es. pastorizzazione) che però va ad alterare le proprietà organolettiche del prodotto.

Il miele di Adi

Noi di Adi lo sappiamo bene, pionieri del biologico, prestiamo la massima attenzione ad ogni fase del processo: il nostro miele non subisce alterazioni poiché viene estratto a freddo dal favo e lavorato a basse temperature.

Curioso di assaggiare i nostri mieli? Scoprili nella sezione shop del nostro sito o, in alternativa, puoi trovarci negli scaffali del tuo supermercato di fiducia!

strozzapreti noci, miele e pecorino

Strozzapreti noci, miele e pecorino: un trionfo di sapori

Solitamente accompagnato da condimenti più tradizionali, quali pesto e ragù, questo gustoso primo piatto che vede la pasta fresca protagonista, ha conosciuto negli anni diverse rivisitazioni: nella variante di oggi vi proponiamo gli strozzapreti con noci, miele e pecorino, dove l’aggiunta del nostro amato miele di acacia dagli aromi delicati, consentirà di esaltare le proprietà del pecorino stesso all’insegna di un’armonia di sapori.

E ora, mettiamoci ai fornelli!

Tempo di preparazione: 45-60 minuti

Tempo di riposo: 30 minuti

Porzioni: 2

Difficoltà: Facile

INGREDIENTI

  • 180 g di strozzapreti
  • 40 gr gherigli di noci
  • 1/2 cucchiaio di miele d’acacia
  • 50 gr pecorino sardo stagionato
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1/4 cucchiaio di olio EVO
  • 1/2 peperoncino
  • Q.B. sale

PROCEDIMENTO

Per chi volesse preparare in casa gli strozzapreti, suddividiamo il procedimento da seguire in due parti, indicando come ingredienti aggiuntivi 250 g di farina e 125 ml di acqua tiepida, per la realizzazione di 2 porzioni.

  1. Per preparare gli strozzapreti cominciate disponendo la farina a fontana, con un pizzico di sale e pepe.
  2. Aggiungete l’acqua e amalgamate finché l’impasto non diviene morbido e liscio, dopodiché lasciatelo riposare per circa 30 minuti, avvolto in una pellicola.
  3. In seguito, tirate una sfoglia spessa circa 2 mm e, una volta stesa, tagliate delle strisce di circa 1,5 cm di larghezza.
  4. Con le mani inumidite arrotolate tra i due palmi la pasta, poi dividetela in pezzi di 8-10 cm.
  5. Disponete infine gli strozzapreti su un vassoio dopo averli infarinati.
  6. Una volta pronti,cuocete gli strozzapreti in abbondante acqua salata e scolateli al dente.
  1. Nel mentre, lavate asciugate e tritate gli aghi di rosmarino, sminuzzate i gherigli di noce per poi riunire il tutto in una ciotola insieme al peperoncino lavato e asciugato.
  2. Aggiungete poi il miele, l’olio extravergine di oliva e mescolate bene.
  3. Grattugiate il pecorino, unitelo al resto e diluite il condimento con un cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
  4. Appena pronti, versate gli strozzapreti nella scodella del condimento, mescolate e servite in tavola.

CONSERVAZIONE

Gli strozzapreti possono essere messi in un sacchetto per alimenti e congelati.

Prima di salutarvi concludiamo con una curiosità: come immaginerete, le ricette e le forme degli strozzapreti cambiano a seconda delle regioni, ma sapevate che, a seconda di dove vi troviate, potrebbero addirittura servirvi un piatto diverso?

Un esempio? Nella cucina trentina gli strangolapreti sono gnocchi di pane raffermo, spinaci, uova e grana trentino, conditi con burro fuso e salvia mentre in Umbria, con il termine strangozzi, si intende una pasta lunga a sezione quadrata fatta di acqua e farina.

Se questa ricetta ti è piaciuta, visita la sezione blog del nostro sito!

 

Iscriviti alla nostra newsletter!

Non preoccuparti, invieremo solo una comunicazione mensile sulle novità… e molto presto, per i primi iscritti, ottime occasioni d’acquisto!

    Nome
    Cognome
    Inserisci la tua mail

    Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa per il trattamento dei dati personali e di consentire l'utilizzo degli stessi per la corretta fruizione del servizio offerto. Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e i Termini di Servizio di Google sono applicati.

    ADI Apicoltura s.r.l.
    Via Alcide De Gasperi, 72
    66046 Tornareccio (CH)

    [email protected]
    P.IVA 02051060693

    Tel. +39 0872 868160
    Fax +39 0872 870021

    Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

    Privacy PolicyCookie PolicyInfo SpedizioneCondizioni contrattualiContatto

    Credits: IDEA Food & Beverage